...
🛫 Leggi di più su infobusiness, alfabetizzazione finanziaria, crescita personale. Affari su Internet, affari su Internet, investimenti, guadagni, professioni, investimenti redditizi, depositi. Storie di successo, auto-sviluppo, crescita personale.

Investimenti a seconda della fase del ciclo economico

5

La scelta degli strumenti di investimento è influenzata dalle fasi dell’economia.
Storicamente, il mercato nel tempo subisce stati di crisi, quando i mercati cadono in un certo periodo di tempo, e, al contrario, ci sono periodi in cui i mercati sono completamente positivi e crescono. Tutto ciò è connesso ai cicli economici dell’economia.

I cicli economici di un’economia sono alti e bassi ricorrenti in un’economia.
In senso classico, il ciclo economico comprende le seguenti fasi: picco, recessione, crisi, ripresa.

Investimenti a seconda della fase del ciclo economico

Fasi del ciclo economico

Picco – il periodo di tempo più favorevole, caratterizzato da un’elevata attività commerciale in tutte le aree di attività, un livello minimo di disoccupazione, bassi tassi di interesse.

La maggior parte dei settori sul mercato si sente bene e sta crescendo, in particolare IT, servizi ai consumatori.

Recessione (o in altre parole "recessione") – una riduzione dell’attività imprenditoriale, dei volumi di produzione, un aumento della disoccupazione in un periodo di tre mesi. A questo livello è prevista una transizione verso la depressione dei mercati, le imprese iniziano a chiudere.

In questa fase è opportuno iniziare a prepararsi alla crisi e acquisire strumenti di protezione, come oro e dollaro, obbligazioni a breve termine per avere liquidità sulle cosiddette vendite sul mercato. Alcune azioni sono anche classificate come difensive dagli analisti, ad esempio Surgutneftegaz (preferito), Next Era Energy (la società è impegnata nella produzione di energia verde).

La crisi è il fondo del ciclo economico, che caratterizza il calo del tenore di vita, del PIL, la crescita dei tassi di rifinanziamento.

La crisi ha un effetto positivo sui settori essenziali per la popolazione, come l’ assistenza sanitaria, i beni di prima necessità ei servizi pubblici.

Si ritiene che il periodo di crisi sia il momento migliore per entrare in borsa per i giovani appena laureati. E, al contrario, il periodo più sfavorevole di fissazione di posizioni su strumenti finanziari.

Rise – il rilancio dell’attività imprenditoriale, l’umore positivo dei mercati, il ripristino del livello dell’economia per il periodo pre-crisi e oltre. I tassi di rifinanziamento sono in calo, il che spinge la produzione ad aumentare l’attività.

I settori che in genere beneficiano maggiormente dei bassi tassi di interesse stanno crescendo di più: finanza, immobiliare.
In crescita sono anche i settori che in genere beneficiano di un aumento dei prestiti, tra cui: automobili, prodotti di consumo.
Anche i settori sensibili come l’ industria e l’ IT hanno un impatto positivo .
Allo stesso tempo crescono le industrie che aspettano la ripresa dell’economia: i trasporti
In ritardo nella fase di ripresa sono i servizi di comunicazione e le utilities.

Poi ricomincia la fase apicale dell’economia. I mercati si gonfiano e si surriscaldano, il ciclo economico finisce e ne inizia uno nuovo.

La durata di un ciclo si verifica raramente a intervalli regolari, può essere un periodo breve o lungo. Pertanto, in base alla durata, i cicli si suddividono in:

1 Cicli Kitchin (3–4 anni)
2 Cicli Zhuglyar (6–13 anni)
3 Ritmi Kuznets (15–20 anni)
4 Onde Kondratiev (40–60 anni).

Sebbene i cicli economici siano individuali, un approccio di analisi degli investimenti che identifichi le fasi chiave dell’economia può fornire una guida agli investitori nella scelta dei veicoli di investimento.

Fonte di registrazione: zen.yandex.ru

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More