...
🛫 Leggi di più su infobusiness, alfabetizzazione finanziaria, crescita personale. Affari su Internet, affari su Internet, investimenti, guadagni, professioni, investimenti redditizi, depositi. Storie di successo, auto-sviluppo, crescita personale.

Economia post-industriale: come arricchirsi rapidamente

5

L’economia è la base per lo sviluppo di paesi, stati, imprese e persone. Può sembrare che sia qualcosa di intero, ma in realtà non lo è. In realtà, l’economia è eterogenea, perché è composta da settori. Nell’ambito dell’economia, è consuetudine distinguere 5 settori: primario, secondario, terziario, quaternario e cinque. Nell’economia di alcuni paesi sono presenti tutti i settori, compresa l’economia postindustriale, mentre in altri paesi solo pochi.

Ma non è tutto, perché l’economia ha livelli che sono associati ai livelli di sviluppo della civiltà. Ad oggi, su questa base, è consuetudine distinguere 7 livelli dell’economia: neolitico, primo ceto, antico, medioevale, primo industriale, industriale e postindustriale. In una forma o nell’altra, l’economia mondiale nel suo insieme è rappresentata sia da diversi settori che da diversi livelli.

In alcuni luoghi, ad esempio, nelle tribù amazzoniche sorde, esiste ancora un’economia neolitica e in alcuni luoghi, ad esempio, nei paesi sviluppati, esiste già un’economia postindustriale. Alcuni paesi hanno un livello di economia ben definito e alcuni sono in una fase di transizione. Da qui la differenza nella quantità di PIL che può essere creata in una particolare economia.

Perché è stato necessario dividere l’economia in settori e livelli? Era necessario dividere per vedere le possibilità e le capacità dell’economia di un determinato paese nel mondo, nonché le opportunità di business all’interno dell’economia di questo paese. Grazie a questa divisione, è chiaro qual è l’economia di un determinato paese, a che livello si trova, quali settori sono sviluppati in esso e quali no e che tipo di attività è possibile in un tale paese.

Per quanto riguarda i settori, molti paesi hanno settori diversi nella struttura della loro economia. Ma per quanto riguarda i livelli, la situazione qui è molto interessante, perché ci sono paesi in cui esiste un solo livello dell’economia, ma ci sono anche paesi in cui più livelli dell’economia coesistono contemporaneamente. Di conseguenza, le imprese che rappresentano diversi settori coesistono contemporaneamente.

Oggi abbiamo 5 settori e 7 livelli dell’economia

In tali paesi alcune aziende operano come se fossero ancora nel Neolitico, mentre altre aziende capiscono già che l’economia post-industriale è arrivata e operano a questo livello. Tuttavia, il primo motivo per cui l’economia dovrebbe essere divisa in settori è che in tempi diversi la base, in altre parole, la locomotiva che trainava l’economia mondiale nel suo insieme e l’economia dei diversi paesi, erano settori e livelli diversi. Questo è un punto molto importante.

Oggi abbiamo 5 settori e 7 livelli dell’economia, il che significa 35 segmenti dell’economia. In ognuno di essi, un’azienda può mettersi alla prova con un diverso grado di probabilità di successo. La probabilità di successo aumenta se l’azienda si cimenta nel settore e al livello disponibile nel paese.

Tuttavia, il volume del successo aumenta, al contrario, se si fa affari nell’ambito di un nuovo livello, che non è ancora nel Paese. Ad esempio, se hai bisogno di garanzie di successo, è molto stupido offrire prodotti dell’economia postindustriale nel quadro del Neolitico, perché nessuno ne avrà bisogno, dovrai impegnarti molto per creare domanda per loro. Saranno necessari solo prodotti neolitici.

Creare un nuovo livello e quei settori che non esistono è molto difficile, ma allo stesso tempo molto interessante, e forse molto redditizio, se si è fortunati. Di norma, chi crea un’impresa in qualche settore del nuovo livello dell’economia diventa un miliardario. Ci sono molti esempi, che vanno da John Rockefeller, proseguendo con Bill Gates e terminando con Mark Zuckerberg. Tutte queste persone erano all’origine di nuove imprese a nuovi livelli dell’economia.

L’economia mondiale iniziò dal Neolitico e dal settore primario. Un tempo era il settore principale dell’economia mondiale, un tempo il lavoro in questo settore e gli investimenti in esso erano i più redditizi e redditizi. A quel tempo, questa era un’economia progressista, ma rispetto all’economia moderna era un’economia primitiva. Per molto tempo l’umanità ha vissuto in modo primitivo, il che significa che i suoi rappresentanti cacciavano e raccoglievano tutti i tipi di piante.

A quel tempo, la natura stessa era la base, in altre parole, tutto ciò che era in natura poteva essere consumato. Allo stesso tempo, anche le tecnologie erano primitive: la capacità di cacciare e la capacità di raccogliere tutti i tipi di piante. Furono poi inventati vari strumenti che consentirono di coltivare la terra su larga scala, e questo portò alla formazione di un nuovo livello dell’economia, che ne divenne la base. Fu in questo nuovo settore in quel momento che veniva prodotto il prodotto principale.

Perché abbiamo bisogno di un’economia post-industriale

Ciò è stato seguito dall’invenzione di sempre più nuovi strumenti e tecnologie e, di conseguenza, dal passaggio a nuovi livelli. È così che sono apparsi il livello industriale e l’industria, che sono diventati una nuova base, perché il prodotto principale è stato prodotto nell’industria. Alla fine del 20° secolo iniziarono ad apparire tecnologie che consentono la generazione di massa e, soprattutto, l’introduzione di nuove idee, che portarono alla formazione di una nuova base economica e di un nuovo livello di economia chiamato economia postindustriale.

Economia post-industriale: come arricchirsi rapidamente

Il prodotto dell’economia postindustriale è un’idea. È chiaro che nuove idee sono state generate e implementate prima, ma con le vecchie tecnologie era un compito molto laborioso che richiedeva molti soldi, e quindi poche persone lo facevano. Fondamentalmente, tutti hanno semplicemente copiato le idee di altre persone. Tuttavia, l’emergere di nuove tecnologie ha consentito di mettere in moto la generazione e l’attuazione di nuove idee.

All’inizio questo livello dell’economia era molto debole, ma poi ha cominciato ad assumere posizioni sempre più forti, fino a quando, infine, l’importanza di questo settore ha raggiunto una massa critica e ha iniziato a schiacciare altri settori. Questo evento è accaduto abbastanza di recente, ognuno di noi ne è stato testimone. Si tratta del 2008, anno in cui si è svolto un evento che è stato ufficializzato per non attirare l’attenzione inutile di curiosi e potenziali concorrenti come la crisi economica e finanziaria mondiale.

Infatti, nel 2008, i rappresentanti della nuova economia si sono impadroniti del potere finanziario e hanno incanalato denaro nel livello postindustriale dell’economia, dissanguando di fatto altri settori che erano senza soldi e in difficoltà. In realtà, in fondo, la quantità di denaro nell’economia mondiale non è diminuita, è stata semplicemente inviata dove hanno detto i nuovi proprietari, che non sono interessati ai livelli passati dell’economia, perché sono diventati non redditizi e si sono trasformati in infrastrutture per la nuova economia.

L’economia postindustriale, come tutte le altre, ha bisogno di materie prime. Ha anche le sue materie prime specifiche. Può sembrare un po’ strano, ma tali materie prime sono le persone, perché sono le persone che vengono introdotte a nuove idee e sono le persone che creano i consumatori. La cosa più interessante qui è che più persone verranno presentate l’idea, più persone saranno necessarie.

In altre parole, lo sviluppo dell’economia postindustriale porterà al fatto che il maggior valore saranno proprio le persone che dovranno essere protette, curate e amate per non perdere la concorrenza. Non combatteranno più per i mercati, non per le fonti di preziose risorse naturali, ma per le persone.

Una delle tecnologie per lavorare con le idee è il noomarketing.

È chiaro che i metodi di lotta saranno completamente diversi, si potrebbe dire umani, senza vittime umane. Allo stesso tempo, poiché il pesce cerca dove è più profondo, e la persona è dove sta meglio, è proprio la creazione delle migliori condizioni per le persone che sarà la via della competizione, perché se da qualche parte la popolazione vive male, si precipiterà dove starà meglio.

Una diminuzione del numero della popolazione comporterà una diminuzione del livello di competitività del Paese, perché diminuirà la capacità di realizzare idee. La caduta continuerà fino a quando il paese in cui il governo non fornisce un tenore di vita adeguato non sarà assorbito da un vicino di maggior successo o fino a quando l’intera popolazione non lo lascerà. In base a quanto sopra, nelle nuove condizioni, non solo gli Stati, ma anche le aziende dovranno lavorare e in alcuni luoghi dovranno già lavorare.

Allo stesso tempo, sopravviveranno solo quelli che impareranno a creare un prodotto dell’economia postindustriale. Un’era completamente nuova, a meno che ovviamente non si verifichi una sorta di forza maggiore globale, arriverà molto presto, molto probabilmente nel 2020-2025, ad es. aziende e stati hanno solo 5-10 anni per riorganizzarsi in un modo nuovo. Se non hai tempo per ricostruire, la rovina non sarà la peggiore prospettiva per loro.

Solo quelle aziende e stati saranno in grado di ricostruire che padroneggerà le tecnologie attraverso le quali sarà possibile creare e promuovere il prodotto principale di un nuovo livello dell’economia: le idee. La velocità di transizione a un nuovo livello è ciò che è più importante qui. Chi è il primo a ricostruire, sarà il primo ad avere clienti. Il resto dei clienti potrebbe non essere sufficiente.

Una delle tecnologie per lavorare con le idee è il noomarketing. Noomarketing è una tecnologia che ti permette di svolgere l’intero ciclo di lavoro con le idee, dalla generazione di un’idea, inclusa la creazione di un marchio forte, e termina con la creazione di un mercato di vendita basato su di essa. Molte note aziende lavorano su tecnologie simili al noomarketing, che hanno già capito che l’economia post-industriale è una realtà.

È meglio iniziare a imparare il noomarketing ora. Ciò è dovuto al fatto che una teoria non è sufficiente, è necessaria anche l’esperienza nella sua applicazione. La teoria può essere accessibile a tutti ed è difficile vincere su qualcosa, ma la quantità di esperienza può essere diversa e questo sarà il fattore determinante, in altre parole vincerà sempre chi ha più esperienza. Di conseguenza, prima inizi, più esperienza puoi acquisire. Più esperienza hai, più forte sarà il tuo livello di competitività.

Fonte di registrazione: noomarketing.net

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More